Allestimento dell'acquario

Tanto facile è l'allestimento del tuo acquario!

Puoi arredare il tuo appartamento in modo creativo e come più ti aggrada con tavolo, sedie, tappeto e credenze senza dover assumere un interior designer o acquistare oggetti d’arte costosi. Lo stesso vale per il tuo acquario!

L’arredamento del tuo acquario dipende da due fattori: dalle esigenze che hanno i tuoi pesci e dal tuo gusto estetico personale. Iniziamo con il primo fattore. Che specie di pesci vuoi allevare? I ciclidi del lago Tanganica e del lago Malawi? Allora avrai bisogno di un acquario da barriera rocciosa. Pesci rossi? Allora l’unica opzione sono delle piante resistenti. Oppure vuoi un acquario giungla con branchi di caracidi, siluri e una coppia di ciclidi nani? Allora avrai bisogno di legno e di un sacco di piante.

Quale tipo d'acquario è adatto a te?

Nelle aree tematiche trovi 4 acquari tematici con tutte le informazioni a riguardo: dal filmato all'istruzione di allestimento fino alla lista della spesa e il consumo energetico.

Acquario tipo giungla JBL Rio Pantanal®

Un tratto di fiume nella giungla nel tuo soggiorno. Vita vivace subacquea! Nessun problema con l'acquario JBL Rio Pantanal®

Acquario tipo scogliera JBL Malawi Rocks®

I pesci del lago Malawi sono colorati quanto quelli delle barriere coralline. Questo acquario porterà un po’ di barriera corallina d’acqua dolce nel tuo salotto

Acquario tipo "pesci rossi" JBL Goldfish Paradise®

Pesci rossi vispi arricchiscono perfettamente ogni stanza. Con un acquario per pesci rossi puoi portare questi nuovi inquilini a casa tua.

Acquario tipo aquascape JBL Dreamscape®

Montagne, valli, prati e pesci! Costruisciti il tuo paesaggio da sogno sott'acqua nell'acquario Dreamscape®

Suggerimenti generali

E se non trovi nei nostri acquari tematici ciò che cerchi, possiamo darti qui alcuni suggerimenti su come allestire il tuo acquario:

Popolazione ittica

Scegli dapprima la popolazione ittica che sta bene insieme e che ti piace, e che è adatta per le dimensioni del tuo acquario.

Substrato

La selezione dei pesci che hai fatto determinerà quanto fine deve essere il Substrato e se non è tagliente si possono scegliere dei pesci grufolatori. Sei assolutamente libero di scegliere la colorazione visto che per i pesci non fa alcuna differenza. Se vuoi inserire molte piante, ti consigliamo di utilizzare come primo strato un fertilizzante a lungo termine ( JBL PROFLORA AquaBasis plus ). Posiziona uno strato di substrato a tua scelta sopra il fertilizzante per substrato. Il terreno può essere più piatto nella parte anteriore dell’acquario rispetto a quella posteriore. Con l’aiuto di un’apposita spatola ( JBL PROSCAPE TOOLS SP DRITTA ) puoi progettare il fondale come vuoi in modo semplice e perfetto oppure livellarlo.

Qui trovi una selezione di substrati: Substrato .

Sassi e radici

Ora puoi inserire dei sassi e/o delle radici di legno. Sei libero di disporli come vuoi. Per i futuri abitanti dell'acquario sarebbe bello creare alcuni nascondigli in cui gli animali possano ritirarsi. Poni i sassi più grandi PRIMA di inserire il substrato in modo che non si spostino più. Per evitare "crolli di massa" incolla le costruzioni di pietra con JBL ProHaru Universal 80 ml o JBL AquaSil trasparente . Tieni conto che con legni e sassi puoi anche nascondere accessori tecnici nell'acquario (entrata filtro, riscaldatore, reattore CO2, aspiratore di superficie). Molte radici di legno tendono a galleggiare. Questo lo puoi verificare in anticipo in un secchio grande. Se le tue radici sono galleggianti, lega la radice con un filo di nylon a una pietra. Dopo quattro settimane può rimuovere delicatamente il filo.

Installare gli accessori tecnici

Ora installa gli accessori tecnici. Attacca il tubo d'aspirazione del filtro (filtro esterno) o l'intero filtro (filtro interno) nell'acquario. Poi collega anche il tubo che riconduce l'acqua sullo stesso lato dell'acquario in modo da formare una circolazione d'acqua nell'acquario.

Riempire con acqua

Ecco, la costruzione base del tuo acquario è fatta. Ora puoi introdurre l'acqua o inserire le piante, prima di riempire con acqua. Questo dipende da te. Noi lo troviamo più pratico introdurre prima l'acqua e poi le piante. Così vedi come si dispone la pianta nell'acqua e puoi capire di quanto spazio hai bisogno.

Inserire le piante

Quando inserisci le piante, tieni presente quanto queste cresceranno in altezza e di quanto spazio avranno bisogno ai lati. Le piante che rimangono più basse dovranno stare davanti, mentre è meglio posizionare le piante più alte verso lo sfondo. Puoi acquistare molte piante in vaso presso i negozi specialistici. Elimina il materiale lanuginoso dalle radici delle piante e accorcia le radici con una forbice ( JBL PROSCAPE TOOLS S DRITTA ). Inserisci poi le piante con cautela nel fondo. Certe volte una pianta riemerge tanto svelta quanto l'hai inserita! In questo caso sono d'aiuto le mollette per piante ( JBL PROSCAPE PLANTIS ) e una pinza lunga ( JBL PROSCAPE TOOLS P DRITTA ).

Casi speciali

Molti pesci labirintici formano dei nidi di schiuma e hanno bisogno di piante galleggianti sulla superficie dell'acqua. Pesci grufolatori come i cobiti o i Corydoras necessitano di un substrato "soffice", quindi niente ghiaia tagliente e nessun substrato lavico. Molti ciclidi covano in grotte e sono felici di avere un proprio rifugio. Perciò offriamo i gusci di noce di cocco ( JBL Cocos Cava ) o altre caverne ( JBL Grotta in ceramica ).

Ci sono specie dei pesci che ritengono mangime ogni pianta. Con questi pesci deve rinunciare alle piante o ricorrere a piante di plastica. Ma con molte specie di pesci erbivori è possibile prendere contromisure piantando tante piante a rapida crescita. Moltissimi pesci saltano, lasciando dietro di sé involontariamente l'acquario. Una buona copertura o una sicurezza degli angoli o delle scappatoie nella lastra di copertura aiutano contro i "pesci fuggitivi". Con un po' di espanso è molto facile chiudere tali buchi.