Luce

L'illuminazione corretta dell'acquario

Il modello per un’illuminazione perfetta dell’acquario è e rimarrà sempre il sole, perché gli animali e le piante si sono adattati alla luce solare nel corso della loro evoluzione. Fanno eccezione gli abitanti delle grotte e gli abitanti notturni dell’acquario, ai quali l'illuminazione importa poco.

Anche ai pesci lo spettro specifico e la temperatura del colore non interessano molto. È più il nostro gusto personale che ci porta a preferire un tipo particolare di illuminazione ad un altro. Per le piante è tutta un’altra storia: loro utilizzano le componenti spettrali della luce solare per produrre energia attraverso la fotosintesi clorofilliana. Se la luce visibile che forniamo alle piante è troppo diversa da questa composizione della luce, la fotosintesi si arresterà e le piante non saranno in grado di crescere in modo ottimale. Per questo motivo il nostro intento è cercare di ricreare lo spettro solare.

Alcune specie di pesci non amano stare in piena luce. Dato che, oltre le piante, avrai nel tuo acquario anche altri pesci, non vale la pena adattare l'illuminazione. L'importante però è che queste specie di pesci trovino nascondigli e luoghi per ritirarsi. Piante galleggianti, radici di legno, sassi e piante permettono di creare zone "buie" anche in acquari luminosi.

Illuminazione LED

Rispetto ai tubi fluorescenti, l'illuminazione LED offre la possibilità di risparmiare energia, di aumentare la quantità di luce e di adattare a piacimento il colore della luce. Per gli acquari con piante è importante che l'illuminazione LED possieda due caratteristiche la luce deve assolutamente possedere uno spettro totale e un alto valore PAR.

Luce

Come illumini correttamente il tuo acquario? Quali metodi tecnici sono vantaggiosi? Per quanto tempo devi illuminare? Cosa indicano le tonalità della luce?

Tubi fluorescenti

La differenza tra i tubi fluorescenti per salotti e bagni e i tubi specifici per l’acquariofilia sta nel numero di pezzi e nello spettro. Nei nostri salotti conta solo l’impressione ottica, mentre per gli acquari con piante è essenziale TUTTA la gamma dello spettro visibile. JBL ha quindi sviluppato dei tubi a spettro completo. Tra i tubi a spettro completo ci sono delle differenze visibili ad occhio nudo: la temperatura del colore, misurata in kelvin (K), fornisce informazioni su quanto calda o fredda apparirà la luce.

Un tubo fluorescente come il JBL SOLAR NATUR da 9000 K sembra più freddo mentre un tubo a luce solare JBL SOLAR TROPIC da 4000 K si ha l'impressione che la luce sia molto più calda. Il professore danese Ole Pedersen ha scoperto grazie ad un confronto radiologico, che JBL SOLAR TROPIC ha l'effetto più positivo sulle piante!

Tubi fluorescenti come i JBL SOLAR COLOR sono molto apprezzati perché esaltano notevolmente i colori dei pesci. Ma per una crescita sana e robusta delle piante NON sono adatti.

Combinazione di tubi fluorescenti

Molti acquari hanno un’illuminazione che consiste di due tubi. Ti consigliamo di posizionare un “tubo per piante”, come il JBL SOLAR TROPIC sopra le piante, ovverosia sullo sfondo, e un secondo tubo, che sarà o un tubo a luce diurna chiara, come il JBL LED SOLAR NATUR o il tubo che rafforza i colori JBL SOLAR COLOR in avanti sopra i pesci.

Quantità di luce

Misurazioni effettuate durante le spedizioni di ricerca JBL nei tropici, mostravano valori di lux tra 100.000 (Amazonas, Africa. Per maggiori informazioni vedi qui Spedizioni esplorative ) e 160.000 in Australia ( Spedizione 2015 ). Le illuminazioni degli acquari sono molto lontane da questi valori naturali! Un tubo da 30 Watt produce appena 1.200 lux ad una distanza di 20 cm. Un buon riflettore lucidato come il SOLAR Reflect T5/T8 aumenta l'illuminamento fino a 3.370 lux. Noterai quindi che l'investimento per una copertura con più tubi confronto ad un tubo singolo è vantaggioso!