Con po' di cura dell'acqua eviti la maggior parte dei problemi!

Cura dell'acqua

La manutenzione dell'acqua suona un po' bizzarra ma si tratta di una delle misure di manutenzione più importanti dato che il tuo laghetto è un sistema aperto, esposto a tutti gli influssi atmosferici senza essere protetto. La manutenzione dell'acqua si divide in tre parti: la preparazione dell'acqua, la stabilizzazione dell'acqua e la limitazione dei nutrienti.

Rendere abitabile l'acqua

L'acqua del rubinetto e l'acqua sorgiva non sempre sono ideali per gli abitanti del laghetto. Nell'acqua del rubinetto possono trovarsi metalli pesanti come rame, piombo e zinco, soprattutto quando l'acqua sta ferma per un certo periodo nelle tubature di metallo delle case.

Sfortunatamente anche l'acqua piovana non è più priva di sostanze nocive. Spesso l'acqua piovana viene raccolta dal tetto con tubi di rame e il proprietario del laghetto da giardino suppone, utilizzando quest'acqua per il suo laghetto, di proteggere l'ambiente. Mentre quest'ultimo pensiero è in effetti corretto, con l'acqua raccolta in questo modo possono giungere ulteriori ioni metallici nel laghetto da giardino. Proprio per questo abbiamo il biocondizionatore d'acqua JBL BiotoPond per rendere l'acqua abitabile agli abitanti del laghetto.

JBL BiotoPond lega metalli pesanti, protegge le branchie, la cute e le pinne, e neutralizza completamente il pericoloso cloro se dovesse trovarsi nell'acqua del rubinetto.

Un interessante effetto addizionale del biocondizionatore è che rende il ferro, ad esempio quello contenuto nell'acqua sorgiva, assimilabile alle piante. Ma attenzione: non usare l'acqua sorgiva per il tuo laghetto se dovesse contenere dei fiocchi marroni o se questi si dovessero formare dopo un po' di tempo. Le quote di metallo allora sarebbero troppo alte. In generale devi controllare la composizione di ogni acqua sorgiva prima di usarla per il tuo laghetto (vedi capitolo test dell'acqua). A seconda della regione possono esserci grandi differenze nella composizione e nella qualità dell'acqua. Di solito il ferro è presente sotto una forma che le piante non possono sfruttare. Soltanto i chelanti del condizionatore d'acqua JBL BiotoPond rendono possibile alle piante assimilarlo.

Perché devi stabilizzare l'acqua del tuo laghetto?

La tua acqua del rubinetto contiene vari minerali e a seconda della loro quantità si considera l'acqua DURA o MORBIDA. Questi minerali non solo rendono l'acqua più dura ma stabilizzano anche il pH dell'acqua (acidità). In caso di una durezza bassa (durezza carbonatica) il pH varia molto tra il giorno e la notte, gravando sui tuoi pesci e sui microorganismi. A partire da una durezza di 4 °dKH il pH è significativamente più stabile e le sue oscillazioni sono nettamente più limitate. Dato che il pH è un valore logaritmico, una riduzione da pH 10 a pH 8 significa 100 volte più acidità nell'acqua. Un'ulteriore riduzione a pH 7 quindi sarebbe 1000 volte più acidità in confronto a pH 10. Perciò è veramente importante stabilizzare il pH con JBL StabiloPond KH .

Dato che il tuo laghetto non sarà coperto da un tetto, vi entrerà l'acqua piovana. L'acqua piovana, in sostanza, è acqua distillata e quindi priva di minerali. Più spesso arriva l'acqua piovana nel tuo laghetto, più morbida (= povera di minerali) diventerà l'acqua e più instabile sarà il pH. Con una miscela di minerali ( JBL StabiloPond KH ) indurisci l'acqua del tuo laghetto e rendi stabile il pH.

Così gli antialghe agiscono in modo efficace

C'è un'altra ragione per la quale devi stabilizzare l'acqua del tuo laghetto: se stai pensando di usare un antialghe (e questo vale praticamente per TUTTI gli antialghe), il pH dell'acqua deve essere sotto 8,5. Solo a questo punto gli antirughe sono veramente efficaci. Il modo più intelligente di procedere è di stabilizzare l'acqua del laghetto la sera (aggiungere JBL StabiloPond KH ). Di notte il pH scenderà, sia per l'aggiunta dei minerali sia automaticamente per via dei processi biologici, raggiungendo al mattino seguente valori sotto 8,5. È questo il momento giusto per aggiungere l'antialghe!

In questo modo controlli la stabilità della tua acqua

Puoi sempre controllare il grado di stabilizzazione della tua acqua da laghetto in un minuto. Servendoti del JBL KH Test test della durezza carbonatica aggiungi gocce di un indicatore a una provetta contenente 5 ml d'acqua del tuo laghetto. Conti semplicemente le gocce finché il colore blu che si forma vira in giallo. Il numero delle gocce consumate fino al viraggio corrisponde alla durezza carbonatica dell'acqua del tuo laghetto. In caso di valori inferiori a 4 dovresti aggiungere JBL StabiloPond KH . Invece in caso di valori sopra 4 l'acqua è stabile e non c'è necessità di intervenire.

In alternativa al solo test KH c'è anche un test doppio che fornisce ad ogni proprietario di laghetto i dati esatti sui valori KH e pH in modo veloce, semplice e preciso: il JBL ProAquaTest PondCheck. Contiene due provette con le quali, versando 5 gocce di reagente in ognuna, si rileva con una il pH dell'acqua e con la seconda – in base al colore risultante – si controlla se l'acqua del laghetto possiede la durezza carbonica necessaria di almeno 5 °dKH.

Come privare le alghe dai loro nutrienti

Limitare i nutrienti delle alghe

Sono due le ragioni di crescita delle alghe: luce e nutrienti. D'inverno sono presenti i nutrienti ma manca la luce. In primavera ci sono ancora nutrienti a sufficienza, si aggiunge la luce e le alghe iniziano a crescere. Non puoi cambiare la luce ma puoi influire sui nutrienti. I fosfati costituiscono i nutrienti principali delle alghe. Rimuovendo i fosfati dall'acqua del laghetto, le alghe moriranno di fame. Questo metodo funziona meravigliosamente.

La seconda possibilità è di servirti di un antialghe per sterminarle. Ma cosa succede dopo la morte delle alghe? I nutrienti che vi erano immagazzinati saranno rilasciati nell'acqua del tuo laghetto! In questo modo la generazione morente fertilizza la seguente generazione di alghe e puoi ricominciare di nuovo. Perciò anche in questo caso si rende assolutamente necessario rimuovere i fosfati liberati!

Così funziona la limitazione dei nutrienti

In teoria, da circa 1 g di fosfato possono sorgere fino a 15 kg di alghe. Per legare i fosfati, JBL ha due prodotti nella sua gamma.

JBL PhosEX Pond Filter

Rimovente di fosfati per i filtri da laghetto

  • Per un’acqua da laghetto ideale per pesci e piante: granulato per la rimozione efficace dei fosfati, i nutrienti algali
a partire da 22,46 €

JBL PhosEx Pond Direct

Rimovente di fosfati per laghetti

  • Per un’acqua da laghetto ideale per pesci e piante: rimozione efficace dei fosfati, nutrienti algali, dall’acqua
a partire da 9,69 €

Per laghetti con filtri

Nel caso tu abbia un filtro per il tuo laghetto puoi usare JBL PhosEX Pond Filter per tutto l'anno. Raccomandiamo l'uso di questo speciale materiale filtrante già in primavera per limitare direttamente i futuri tassi di fosfati. 500 g di JBL PhosEX Pond Filter agiscono per circa 3 mesi e sono in grado di legare 25.000 mg di fosfati.

Per laghetti senza filtri

Se non possiedi un filtro per il tuo laghetto, se il tuo filtro non può essere corredato di masse filtranti speciali o in seguito a una rimozione efficace delle alghe, ti consigliamo di utilizzare JBL PhosEx Pond Direct . 500 ml di questo antialghe liquido legano 22.500 mg di fosfati e sono sufficienti per 10.000 litri d'acqua del laghetto.

Ti raccomandiamo di controllare il contenuto di fosfati della tua acqua del laghetto PRIMA di applicare un antifosfati. Così conosci precisamente il contenuto iniziale. Utilizzando ora un prodotto per l'abbattimento dei fosfati puoi seguire esattamente quanto scende il contenuto di fosfati nell'acqua del tuo laghetto e potrai valutare quando smettere con la rimozione di fosfati. Se ad es. l'apporto di fosfati è troppo alto a causa di mangime e fogliame, il test fosfato ti indicherebbe che il rimovente non ce la fa e che devi modificare la qualità del mangime (un buon mangime riduce l'inquinamento dell'acqua) e intervenire sull'apporto di fogliame (rete protettiva, rimozione meccanica delle foglie).

Tieni duro!

Chi smette ha perso la lotta contro le alghe

Il terzo passo del concetto "1-2-3 - via le alghe!" consiste nella sopra menzionata limitazione dei nutrienti. Per cortesia non smettere di lottare contro le alghe dopo il secondo passo solo perché le alghe muoiono. È proprio dopo la loro morte che inizia il passo più importante con la limitazione delle sostanze nutritive.

Alghe

Acqua verde o alghe filamentose? Qui ti mostreremo come risolvere stabilmente i problemi con le alghe