I pesci per il tuo laghetto

Quali pesci desideri e quali sono adatti?

Rifletti con cura quali animali desideri inserire nel tuo laghetto. Rimuoverli più tardi costituirà una bella sfida e richiederà un'enorme fatica!

Non ci sarà mai un laghetto senza animali perché la maggior parte di loro arriva per conto suo ( Gli abitanti del laghetto ). Sono soltanto determinate specie di pesci e di conchiglie che devi scegliere e inserire tu stesso.

Nel momento in cui inserisci i tuoi pesci aumenta l'inquinamento dell'acqua visto che essi si nutrono e rilasciano i loro escrementi. Una regola base è che in tutti gli stagni in cui vivono dei pesci, sia presente un filtro (vedi Accessori tecnici ).

Per poter sopravvivere a un inverno molto freddo, il punto più basso del laghetto deve avere 180 cm di profondità. Non esiste un calcolo approssimativo per la densità di pesci perché ogni specie ha esigenze diverse. All’incirca si può dire che per ogni 10 cm di pesce ci vogliono 500 l d'acqua. Per alcune specie di pesci come gli storioni o le carpe erbivore, oltre ad una quantità minima di acqua, è richiesto anche un minimo di spazio. Uno storione di 80 cm in un laghetto di 4000 litri si sentirà terribilmente imprigionato, anche se la quantità d'acqua è corretta (8x500 l). Per la verità, gli storioni non si adattano all’80% dei laghetti.

Le specie di pesci per il tuo laghetto

Specie, grandezze ed esigenze

Qui troverai le informazioni più importanti sui più popolari pesci da laghetto a partire dalla piccola sanguinella fino al grande sterletto:

Alla fine vorremmo chiederti un favore: non inserire MAI gamberetti o crostacei nello stagno! Si possono propagare rapidamente nelle acque nostrane, trasportati mediante gli uccelli d'acqua, e causare danni alla nostra fauna dato che sono animali esogeni. Anche se l'idea di bei crostacei e gamberetti nel nostro laghetto è molto attraente, le specie invasive costituiscono uno dei maggiori problemi ecologici che ci si possa immaginare. Quindi: lasciali nell'acquario!