Installazione e decorazione

Installazione e decorazione

Ora iniziamo a realizzare la tua progettazione dell'habitat che si svolge in cinque passi: gli accessori tecnici, le pareti laterali, le costruzioni interne, il substrato e le piante. Proprio in questo ordine, perché gli accessori tecnici determinano dove vanno posati i cavi elettrici e i tubi flessibili. Poi segue la copertura delle pareti laterali, perché sono queste che creano l'immagine complessiva del tuo terrario. Qui hai moltissime possibilità: pannelli di sughero, sassi, pietre finte, polistirolo, styrodur, pannelli di Xaxim o fibre di cocco, oppure fusti di bambù dimezzati. Importante è che utilizzi una colla non tossica come JBL ProHaru Universale o JBL AquaSil trasparente . Evita però che si formino interstizi inaccessibili.

Tutte le costruzioni in pietra o legno vanno montate in modo sicuro, così da non spostarsi. Una lucertola o una tartaruga possono sviluppare forze inaspettate! È sempre più sicuro incollare assieme un gruppo di sassi in modo che ogni gruppo formi una massa pesante che non si muove facilmente. Deve rimanere comunque possibile, in caso di bisogno, distaccare i singoli gruppi di sassi per raggiungere ad es. un animale nascosto. Anche qui ti consigliamo di utilizzare una colla adatta come JBL ProHaru Universale o JBL AquaSil nero e lasciare asciugare per 24 ore.

La zona acquatica del terrario

Se intendi installare un bacino d'acqua devi farlo prima di introdurre le costruzioni di sassi o legno. Per la manutenzione dei bacini grandi è utile un rubinetto di uscita con un foro sul fondo. Un vetraio è capace di trapanare un foro anche in un secondo momento senza problemi. Così puoi svuotare e riempire il bacino con l'acqua senza dover mettere le mani nel terrario. E con due fori, ad esempio, è possibile collegare un filtro.

Posizionamento dell'illuminazione

Pianificare prima ti risparmia le noie dopo

Anche la posizione dei faretti ha un impatto sull'allestimento. Non appena hai installato l'illuminazione, ad es. un JBL UV-Spot plus , adatta la decorazione. Costruisci eventualmente delle possibilità di arrampicata così che i tuoi animali si trovino alla distanza ideale dal faretto UV ( JBL UV-Spot plus ) o faretto HQI ( JBL ReptilDesert L-U-W Light alluminio ).

Il substrato

Solo alla fine si mettono il substrato e le piante. Se vuoi inserire delle caverne che si lasciano sollevare e pulire in modo semplice puoi ricorrere a grotte prefabbricate di plastica ( JBL ReptilCava SAND ). Queste ci sono in diversi colori e misure.

Substrati per terrari

Una panoramica di tutti i substrati JBL

Il fondo sul quale si muovono i nostri animali da terrario può essere molto diverso. Gli animali si sono adattati perfettamente al loro habitat naturale e perciò la scelta del substrato corretto è veramente decisivo per il loro benessere. Non sempre però il "vero" substrato prelevato dalla natura è adatto anche per il terrario. Non vogliamo certo svuotare la foresta pluviale! Prendiamo allora un materiale che assomiglia all'originale ma che è a facile disposizione e che non marcisce.

Grotte e nascondigli

La maggior parte degli animali ha bisogno di grotte e nascondigli. Puoi costruirli tu stesso con pietre e legni o puoi usare grotte già pronte ( JBL ReptilCava SAND ). Le grotte pronte hanno il vantaggio che si possono sollevare con facilità se sei in cerca di un animale o se intendi pulire la grotta.

Substrato

Quali caratteristiche deve avere il substrato nel terrario? Quale spessore è necessario?