Dimensioni e forma del terrario

Dimensioni e forma del terrario

Il commercio specializzato offre oggi una vasta gamma di terrari solitamente costituiti da pannelli di vetro incollati con silicone. La maggior parte dei terrari si apre sul davanti con delle porte scorrevoli. I terrari piccoli per invertebrati possiedono spesso una botola sul lato frontale invece dei panelli scorrevoli. Al giorno d'oggi non vale più la pena di costruirsi da soli il proprio terrario.

Scegli il terrario così che la sua forma, il volume e gli accessori tecnici combacino con le esigenze specifiche dell'animale che vuoi inserire, con la sua taglia e la sua necessità di movimento. Per il terrario vale generalmente: più grande è, meglio è! L'equipaggiamento tecnico deve essere sempre esattamente adeguato al volume della teca, per evitare che nel caso di un guasto della tecnica di regolazione non si abbiano perdite per surriscaldamento. Puoi strutturare la zona abitata con oggetti decorativi, posti in modo da offrire agli animali luoghi per potersi ritirare. Fai attenzione a non creare ingombri e contemporaneamente a garantire la maggiore igiene.

Per gli abitanti del fondo naturalmente è importante la superficie, mentre per gli abitanti degli alberi lo è l'altezza. Una classificazione rigida in pochi tipi di terrario normati ha poco senso, date le grandi differenze tra i modi di adattamento e i fabbisogni degli animali. Le classificazioni tra i vari tipi di terrari sono spesso fluide.