Cura

La manutenzione dell'acquario: cosa va fatto giornalmente/settimanalmente

La manutenzione dell'acquario: cosa va fatto giornalmente/settimanalmente

Al contrario di ciò che si crede, un acquario dà meno lavoro di ogni animale domestico. Beh, alcuni lavori vanno comunque fatti. Qui ti presentiamo una visione d'insieme dei lavori che possono aspettarti:

Ogni giorno

Accendi l’illuminazione al mattino e spegnila dopo circa 10 ore. Si può fare con un timer o con un regolatore della luce.

Avvia l'impianto di fertilizzazione CO2 al mattino e spegnilo la sera. Una valvola magnetica può sostituirti nell’accensione/spegnimento ( JBL PROFLORA v002 ). Puoi collegare la valvola magnetica al timer, che fa accendere anche l’illuminazione al mattino e la spegne la sera.

Controllo della temperatura: 1 volta al giorno dai un’occhiata al termometro nel tuo acquario, per verificare che la temperatura impostata venga mantenuta.

Alimentazione dei pesci: la maggior parte dei pesci d'acquario va alimentata 2-3 volte al giorno. Solo gli avannotti devono ricevere il cibo più spesso; i predatori di grosse dimensioni non così spesso. Prenditi del tempo e osserva i tuoi pesci mentre mangiano. I pesci che si isolano o che non mangiano subito vanno monitorati attentamente per verificare che non siano malati.

Fertilizzazione giornaliera: per le piante più esigenti una fertilizzazione a cadenza settimanale non basta. In questo caso devi dare un fertilizzante giornaliero. Qui puoi scoprire come funziona una fertilizzazione perfetta: Fertilizzare .

Settimanale

Nutrire le piante: dai alle tue piante d'acquario un fertilizzante di base liquido una volta alla settimana.

Per ulteriori informazioni vedi qui: Fertilizzare .

Pulire i vetri: ogni acquario funziona in modo diverso, ma dopo circa una settimana si forma una leggera patina di alghe sui pannelli di vetro che puoi rimuovere in modo semplice e veloce con un lavavetri JBL. Con il JBL Floaty II non devi neanche bagnarti le braccia e puoi pulire i vetri comodamente dall’esterno in modo efficace e in pochi minuti.

Ogni due settimane

Potare le piante: nel migliore dei casi le piante crescono in modo talmente veloce e robusto, che tu devi intervenire regolandole un po' per evitare che crescano troppo fitte e continuino a crescere sulla superficie dell’acqua, togliendo luce alle altre piante. Pota le piante con un paio di forbici.

Per ulteriori informazioni vedi qui: Cura delle piante .

Cambio parziale dell’acqua e pulizia del substrato: la misura di cura più importante è il cambio parziale dell’acqua, che andrebbe fatto insieme alla pulizia del substrato. Aspira circa 1/3 dell’acqua dell’acquario con un tubo flessibile. Per non aspirare semplicemente l’acqua pulita, collega il tubo ad un aspirarifiuti. Passa il sifone sul fondale dell’acquario ed aspira via i detriti (simile ad un’aspirapolvere). Successivamente, l’acqua aspirata va sostituita con acqua del rubinetto. Con un condizionatore d’acqua JBL Biotopol puoi eliminare i metalli pesanti e neutralizzare il cloro eventualmente presente nell’acqua.

Per ulteriori informazioni vedi qui: Pulizia .

I filtri interni vanno puliti ogni 2 settimane circa. L’intervallo può essere più lungo per i filtri esterni, visto il loro maggiore volume.

Ogni quattro settimane

Pulizia dei filtri esterni: a seconda dell’accumulo di sporcizia va sciacquato sotto acqua corrente il filtro completo o solo il pre-filtro (come nella serie Filtro esterno ) sotto l'acqua corrente. Dopo la pulizia inocula nuovamente il filtro di batteri ( JBL FilterStart ).

Pulizia della lastra di copertura: nel corso del tempo si deposita del calcare sulla lastra di copertura e questo riduce l’intensità dell'illuminazione. Puoi rimuovere facilmente il calcare residuo con un agente detergente acido. Fai attenzione a non far entrare nell’acqua dell’acquario alcun residuo del detergente. JBL ha tra i suoi prodotti un detergente per vetri specifico atossico: JBL Clean A .

Riempire le bombole di CO2: è difficile dire quanto durerà la tua bombola di CO2. Ma spesso va riempita dopo 4-8 settimane. Se non è possibile ricaricare velocemente la bombola, può essere d’aiuto una sostituzione temporanea della bombola con una monouso ( JBL PROFLORA u500 ).

Per ulteriori informazioni vedi qui: Fertilizzazione delle piante con CO₂ .

Una volta l'anno

Se non usi lampade a LED ma utilizzi i tubi fluorescenti, dovrai sostituirli una volta all’anno, anche se emettono ancora luce. Lo spettro dei tubi cambia in modo negativo e si riduce la quantità di luce emessa. Qui trovi i tubi fluorescenti: SOLAR Tubi fluorescenti T5 & SOLAR Tubi fluorescenti T8 .

Chiarificatori d’acqua UV-C: a seconda dell’utilizzo, le lampadine UV-C vanno sostituite una volta all’anno. Non è difficile: apri la custodia, rimuovi la lampadina, inserisci quella nuova, chiudi la custodia – è tutto! In questa occasione pulisci anche il bulbo di vetro. Le alghe potrebbero ricoprirlo ed ostacolare le radiazioni UV-C, non rendendole più completamente efficaci.

Scoprirai di più su questo tema qui UV-C .