Condizioni generali di contratto

Condizioni generali di contratto

A: Condizioni generali commerciali e di fornitura di JBL GmbH & Co. KG nei confronti dell’imprenditore.

B: Condizioni generali commerciali e di fornitura di JBL GmbH & Co. KG nei confronti del consumatore.

C: Informazioni obbligatorie nel commercio di elettronica.

Engl: Referral to an online platform for extrajudicial resolution

A: Condizioni generali commerciali e di fornitura di JBL GmbH & Co. KG nei confronti dell’imprenditore.

Aggiornato all’11/2015

1. Ambito di applicazione

1.1. Le presenti condizioni di JBL GmbH & Co. KG (nel seguito: “parte venditrice”) trovano applicazione nella versione valida al momento dell’ordinazione per tutte le forniture e tutti i servizi della parte venditrice nei confronti dell’imprenditore (nel seguito: “acquirente”) ai sensi dell’Art. 14 del Codice civile tedesco, di conseguenza nei confronti di ogni persona fisica o giuridica o di una società di persone con capacità giuridica, che agiscano in caso di conclusione di un negozio giuridico nell’esercizio della propria attività professionale o commerciale autonoma.

1.2. Con la sua ordinazione, l’acquirente accetta queste condizioni. Condizioni divergenti dell’acquirente non trovano alcuna applicazione, anche nel caso in cui la parte venditrice non le contesti espressamente.

2. Stipula del contratto e riserva di modifiche

2.1. Le offerte della parte venditrice non costituiscono alcuna offerta di vendita vincolante nei confronti dell’acquirente. Sono soltanto un invito rivolto all’acquirente, a sottoporre alla parte venditrice un’offerta vincolante.

2.2. L’acquirente può sottoporre offerte di acquisto tramite fax, posta elettronica o tramite online shop B2B, nonché telefonicamente. L’accettazione del contratto da parte della parte venditrice ha luogo entro 14 giorni, tramite espressa dichiarazione di accettazione, un avviso di pagamento o tramite l’invio della merce.

2.3. Permane il diritto di attuare modifiche costruttive nonché altre eventuali modifiche dei dati tecnici e delle caratteristiche prestazionali, nella misura in cui perseguono l’avanzamento tecnologico e l’acquirente le considera ragionevoli.

3. Prezzi

3.1. Tutti i prezzi menzionati nelle offerte e negli incarichi e tutte le somme che risultano da pagare di conseguenza, s’intendono al netto dell’imposta sul valore aggiunto di legge per la percentuale vigente e a esclusione dell’imballaggio; quest’ultimo viene fatturato a parte.

3.2. A condizione che dalla conferma dell’incarico non risulti diversamente, i prezzi s’intendono “franco magazzino Neuhofen/Pfalz”.

4. Consegne

4.1. Le indicazioni in merito al termine di consegna sono vincolanti solo se la data di consegna è stata accettata dalla parte venditrice in forma scritta.

4.2. Fatti salvi accordi differenti, la consegna ha luogo franco magazzino Neuhofen a spese e a rischio del cliente.

4.3. Se la parte venditrice non è in condizione di rispettare il termine di consegna concordato, è tenuta a informare tempestivamente l’acquirente. Inconvenienti che non sono imputabili alla parte venditrice a carico del proprio esercizio commerciale o che riguardano fornitori, in particolar modo scioperi e serrate legittime, nonché casi di forza maggiore, ritardano i tempi di consegna in misura proporzionale alla durata dell’inconveniente. In questi casi l’acquirente ha diritto di recesso solo se, avendo sollecitato le prestazioni concordate dopo la scadenza del termine di consegna, fissa una proroga commisurata al caso e anche la proroga scade senza esito. Se il termine di consegna viene stabilito sulla base del calendario, la proroga commisurata, che deve essere fissata dall’acquirente, ha inizio allo scadere del suddetto termine di consegna. Resta invariato il diritto previsto dalla legge al risarcimento dei danni in sostituzione della prestazione.

4.4. Sono ammesse consegne parziali, a condizione che siano ragionevoli per l’acquirente.

5. Condizioni di pagamento

5.1. Salvo altrimenti indicato nella conferma dell’incarico, una vendita a un acquirente che acquisti per la prima volta ha luogo solo contro pagamento anticipato o in contrassegno, con uno sconto del 2%. In caso di nota di addebito bancaria, oltre che in caso di ritiro e pagamento in contanti immediato, la parte venditrice concede inoltre uno sconto del 3%. Per i pagamenti contro fattura il prezzo di acquisto deve essere corrisposto entro 8 giorni data fattura con uno sconto del 2% o netto (senza sconto) entro 30 giorni dalla data della fattura. Lo sconto viene concesso solo se non sussistono crediti in scadenza nei confronti dell’acquirente.

5.2. Per quanto concerne le conseguenze della proroga di un pagamento, si applicano le norme di legge.

5.3. L’accettazione di assegni ha luogo esclusivamente salvo buon fine. Non si accettano cambiali come strumento di pagamento.

6. Compensazione / Ritenzione

6.1. L’acquirente può compensare soltanto i crediti constatati in modo certo o aventi forza di cosa giudicata.

6.2. L’acquirente è autorizzato all’esercizio di un diritto di ritenzione solo nel caso in cui la sua contropretesa sia fondata sul medesimo rapporto contrattuale.

7. Riserva di proprietà

7.1. L’oggetto della consegna, inclusi eventuali extra (“sconti merce”), rimane di proprietà della parte venditrice fino all’adempimento di tutte le pretese in essere nei confronti dell’acquirente, originate dal rapporto d’affari. Nel caso in cui l’acquirente abbia un comportamento non conforme ai termini del contratto, la parte venditrice ha facoltà di riacquisizione della merce soggetta a riserva della proprietà. Tale riacquisizione non implica nessun recesso dal contratto, a condizione che la parte venditrice non ne faccia espressa dichiarazione.

7.2. Nel comune ambito commerciale la merce soggetta a riserva della proprietà può essere ulteriormente alienata. In caso di alienazione, l’acquirente cede a titolo di garanzia alla parte venditrice la propria pretesa di cui all’ulteriore alienazione nei confronti dell’acquirente con tutti i diritti accessori, senza la necessità di produrre particolari dichiarazioni. La cessione include eventuali crediti a saldo ed è pari solo al valore dell’importo corrispondente al prezzo della merce soggetta a riserva della proprietà indicato in fattura dalla parte venditrice. L’acquirente ha facoltà di recuperare il credito anche dopo la cessione. Ciò non compromette la facoltà della parte venditrice di recuperare essa stessa il credito. La parte venditrice non farà alcun uso di questa facoltà a condizione che l’acquirente adempia ai propri obblighi di pagamento da proventi incassati, non incorra in ritardi di pagamento o nella sospensione dei pagamenti.

7.3. La lavorazione della merce soggetta a riserva della proprietà da parte dell’acquirente ha luogo sempre in nome e per conto della parte venditrice. In tal senso permane il diritto in corso di maturazione esistente dell’acquirente sulla merce soggetta a riserva della proprietà. Se la merce soggetta a riserva della proprietà viene lavorata con altre merci non appartenenti alla parte venditrice, la parte venditrice acquisisce la comproprietà sulla cosa nuova in relazione all’importo di fatturazione della merce soggetta a riserva della proprietà, rispetto agli altri oggetti lavorati al momento della lavorazione. Lo stesso vale in caso di commistione. Se la commistione ha luogo in modo che la cosa dell’acquirente debba essere considerata come la cosa principale, è sottinteso che l’acquirente trasferisce regolarmente la comproprietà alla parte venditrice e custodisce la proprietà esclusiva o la comproprietà così generata per la parte venditrice. A garanzia dei crediti della parte venditrice, l’acquirente cede anche quei crediti che sono maturati nei confronti di terzi in virtù del legame della merce soggetta a riserva della proprietà con un terreno; la parte venditrice accetta con ciò la cessione.

7.4. Se la proprietà sulla merce soggetta a riserva della proprietà non è ancora trasferita, l’acquirente è tenuto a informare tempestivamente la parte venditrice in forma scritta qualora la merce soggetta a riserva della proprietà venga sequestrata o venga esposta ad altri interventi di terzi. L’acquirente ha l’obbligo di mettere a disposizione della parte venditrice tutte le informazioni ed eventualmente documenti necessari, che sono richiesti per una domanda di opposizione di terzo ai sensi dell’Art. 771 ZPO (Codice di procedura civile austriaco).

7.5. La parte venditrice s’impegna a svincolare parzialmente le garanzie detenute su richiesta dell’acquirente, se il valore delle stesse supera i crediti da garantire in ragione maggiore del 20%.

8. Garanzia per vizi della cosa

8.1. Per il termine di prescrizione per vizi della cosa, trovano applicazione le disposizioni di legge. La prescrizione non si rinnova se nell’ambito della garanzia per vizi della cosa si è provveduto a consegnare un ricambio.

8.2. Non sussistono pretese per vizi della cosa in caso di discrepanza solo irrilevante dalla natura o in caso di compromissione solo irrilevante della idoneità d’uso.

8.3. Con riserva di regolarizzazione nei tempi previsti, la parte venditrice esegue, in presenza di un vizio, nel rispetto delle disposizioni di legge, una miglioria o la fornitura di ricambi, a propria discrezione. Se il successivo intervento non è risolutivo, l’acquirente ha facoltà di recedere dal contratto o di ridurre il compenso.

8.4. In caso di vendita a un commerciante ai sensi del diritto commerciale (Art. 1 Codice commerciale) trovano applicazione gli obblighi di controllo e denuncia di eventuali vizi, ai sensi dell’Art. 377 del Codice commerciale. Se vengono meno gli obblighi di denuncia di legge, la merce si intende approvata.

9. Responsabilità

9.1. La parte venditrice è responsabile ai sensi delle disposizione di legge nella misura in cui l’acquirente fa valere pretese fondate su dolo o colpa grave, inclusi dolo o colpa grave dei suoi rappresentanti o collaboratori.

9.2. La parte venditrice è inoltre responsabile solo ai sensi della legge sulla responsabilità sul prodotto nonché in caso di danni per la vita, il fisico o la salute o in caso di violazione con colpa di obblighi contrattuali sostanziali (obblighi cardinali).

9.3. Il diritto a un risarcimento dell’acquirente per la violazione di obblighi contrattuali sostanziali (obblighi cardinali) è limitato ai danni tipicamente prevedibili per la stipula di un contratto, a condizione che al tempo stesso non si verifichi un ulteriore caso di responsabilità cogente ai sensi dell’Articolo 1 o 2.

9.4. Una modifica dell’onere della prova a svantaggio dell’acquirente non è correlato con le regole di cui al presente.

10. Disposizioni finali

10.1. Trova applicazione la legge della Repubblica Federale Tedesca.

10.2. Se l’acquirente è un commerciante, una persona giuridica di diritto pubblico o un patrimonio speciale di diritto pubblico, il solo foro competente per tutte le controversie originate dal presente contratto sarà quello in cui si trova la sede sociale della parte venditrice. Lo stesso dicasi se l’acquirente non ha nessuna sede sociale generale in Germania o nell’Unione Europea oppure la sua residenza o il luogo di soggiorno abituale non sono noti al momento del procedimento.

10.3. Le regole in materia di diritto della vendita dell’Unione Europea non trovano applicazione.

B: Condizioni generali commerciali e di fornitura di JBL GmbH & Co. KG nei confronti del consumatore.

Aggiornato all’11/2015

1. Ambito di applicazione

1.1. Le presenti condizioni di JBL GmbH & Co. KG (nel seguito: “parte venditrice”) trovano applicazione nella versione valida al momento dell’ordinazione per tutte le forniture e tutti i servizi della parte venditrice nei confronti del consumatore (nel seguito: “acquirente”) ai sensi dell’Art. 13 del Codice civile tedesco, di conseguenza nei confronti di ogni persona fisica che concluda un negozio giuridico per scopi che prevalentemente non possono essere attribuiti né alla sua attività commerciale, né alla sua attività professionale autonoma.

1.2. Con la sua ordinazione, l’acquirente accetta queste condizioni. Condizioni divergenti dell’acquirente non trovano alcuna applicazione, anche nel caso in cui la parte venditrice non le contesti espressamente.

2. Stipula del contratto e riserva di modifiche

2.1. Le offerte della parte venditrice non costituiscono alcuna offerta di vendita vincolante nei confronti dell’acquirente. Sono soltanto un invito rivolto all’acquirente, a sottoporre alla parte venditrice un’offerta vincolante.

2.2. Completando il procedimento di ordinazione online, l’acquirente fornisce alla parte venditrice un’offerta di acquisto vincolante. L’accettazione di questa offerta di acquisto da parte della parte venditrice ha luogo solo tramite una dichiarazione di accettazione dedicata entro 2 giorni lavorativi dalla ricezione dell’offerta.

3. Prezzi

I prezzi indicati dalla parte venditrice ai consumatori ai sensi del punto 1.1, comprendono tutte le voci che compongono il prezzo, inclusa la specifica imposta sul valore aggiunto di legge vigente in Germania. In tal senso, l’imposta sul valore aggiunto viene indicata separatamente. I costi per imballaggio e spedizione vengono rappresentati e indicati separatamente per l’offerta per prodotto specifica. Altri componenti che compongono il prezzo come, ad esempio, imposte, dazi doganali o altri diritti, possono essere dovuti nel caso di consegne oltre confine.

4. Consegne

4.1. I tempi di consegna indicati per i prodotti decorrono dal giorno successivo al giorno della stipula del contratto. La consegna ha luogo non oltre il tempo di consegna indicato. Se l’ultimo giorno di consegna è un sabato, una domenica o una festività generalmente riconosciuta a livello nazionale nel luogo di destinazione, viene preso a riferimento, in sostituzione, il giorno lavorativo successivo.

4.2. In caso di consegna fuori dall’Unione Europea, il termine ultimo indicato per la consegna per i prodotti si protrae di 10 giorni lavorativi.

5. Condizioni di pagamento

Sono ammessi pagamenti tramite PayPal. Durante il procedimento di ordinazione, l’acquirente viene indirizzato alla pagina di PayPal dove l’acquirente dispone il pagamento a favore della parte venditrice. L’addebito sul conto PayPal viene registrato solo con la stipula del contratto. Dopo la conferma del pagamento tramite PayPal, la merce viene spedita.

6. Riserva di proprietà

Fino all’adempimento di tutte le pretese contrattuali, le merci consegnate rimangono di proprietà della parte venditrice.

7. Garanzia per vizi della cosa

Trovano applicazione le disposizioni di legge.

8. Disposizioni finali

8.1. Trova applicazione la legge della Repubblica Federale Tedesca.

8.2. La legge applicabile in virtù dell’Articolo 1, nel caso dei consumatori vale ai sensi dell’Art. 1 par.2 capoverso 1 solo nella misura in cui la tutela garantita da disposizioni cogenti del diritto dello Stato nel quale il consumatore risiede abitualmente, non viene ritirata.

8.3. Le regole in materia di diritto della vendita dell’Unione Europea non trovano applicazione.

C: Informazioni obbligatorie nel commercio di elettronica.

1. Procedimento di ordinazione

Il procedimento di ordinazione da parte dell’acquirente ha inizio con l’inserimento di un prodotto nel carrello tramite il pulsante “Aggiungi al carrello” presente sulla pagina che mostra i dettagli del prodotto. L’acquirente accede al carrello personale in ogni momento tramite il pulsante “Carrello”, presente sulla barra dei menù.

Quando l’acquirente ha riempito il carrello personale con i prodotti desiderati, ha la possibilità di modificare la quantità in ordine immettendo la quantità desiderata e attuando il pulsante “Aggiorna carrello”. Immettendo il numero “0” e attuando il pulsante “Aggiorna carrello” il prodotto in oggetto viene eliminato dal carrello.

Tramite il pulsante “Effettua la registrazione per ordinare” l’acquirente ha la possibilità di proseguire con il procedimento di ordinazione.

Se l’acquirente ha già aperto un conto cliente presso la parte venditrice, dopo l’immissione dei dati di accesso (nome utente e password) può proseguire con l’ordinazione. Se l’acquirente non dispone di un conto cliente, deve prima aprire un conto presso la parte venditrice tramite il campo “Apri un conto”. In questo caso l’acquirente deve fornire in sequenza i dati personali, che deve confermare con il pulsante “Salva”.

Nel passaggio di ordinazione conclusivo l’acquirente può scegliere una tra le modalità di pagamento proposte dalla parte venditrice. La scelta della modalità di pagamento si effettua attivando il campo a fianco della modalità desiderata. La scelta viene confermata tramite il pulsante “Avanti”.

Se viene scelto il pagamento con PayPal, l’acquirente viene indirizzato alla pagina Internet dell’azienda PayPal per autorizzare l’importo di pagamento tramite PayPal che sigla la stipula del contratto.

L’acquirente si trova in sequenza nella panoramica degli ordini. L’acquirente può inserire nella maschera di immissione correzioni dei dati immessi che desidera eventualmente eseguire, maschera che può raggiungere tramite la comune funzione del browser “Indietro”.

Prima che l’acquirente possa presentare la sua ordinazione vincolante dei prodotti inseriti nel carrello tramite il pulsante “Ordina”, deve accettare le condizioni commerciali generali (CCG) della parte venditrice e confermare la presa visione delle istruzioni relative al recesso. In tal senso l’acquirente deve attivare il campo "Dichiaro di avere letto le CCG di JBL GmbH & Co. KG e di accettarle con l’attuazione del pulsante d’invio. Ho preso visione delle istruzioni relative al recesso”.

2. Lingua del contratto

Il lingue di espressione del contratto è l'italiano.

3. Memorizzazione del contratto

Nella conferma dell’incarico, che segue in caso di accettazione come da contratto della conferma dell’ordinazione, l’acquirente riceve tramite email i dati dell’ordinazione, nonché le condizioni commerciali e di consegna generali e le istruzioni relative al recesso, insieme a un modulo-campione per il recesso. Il testo del contratto non viene memorizzato dalla parte venditrice dopo la stipula del contratto; spetta pertanto all’acquirente stesso adottare ulteriori misure di tutela durature appropriate, in relazione all’offerta (ad esempio tramite screenshot).

Engl: Referral to an online platform for extrajudicial dispute resolution

In Regulation (EC) No 524/2013 of 21 May, 2013 the European Parliament and the European Council decided to establish an internet platform to facilitate an independent, impartial, transparent, effective , quick and fair extrajudicial online resolution of disputes between consumers and companies on the occasion of online purchase agreements or online service agreements. Consumers are given more detailed information and access to the platform via the URL http://ec.europa.eu/consumers/odr/.