Spedizione esplorativa nell’Oceano Indiano

Anteprima: Spedizione esplorativa JBL 2018 nell’Oceano Indiano e dettagli sulla richiesta di partecipazione

Questa spedizione di 16 giorni ci porterà alle destinazioni da sogno dell’Oceano Indiano. Il momento migliore per il viaggio è ottobre. Al contrario delle spedizioni esplorative passate, in questa non trascorreremo notti all'aria aperta in amache o sacchi a pelo. Il costo della spedizione esplorativa JBL ammonta a circa 4.500,- € da Francoforte (l'esatto costo del viaggio sarà noto solamente a metà del 2017).

Aggiornamento sulla spedizione JBL nell’Oceano Indiano 2018

  1. Periodo di viaggio: la spedizione si terrà a metà/fine ottobre 2018. La partenza sarà probabilmente venerdì 19 ottobre 2018 da Francoforte con la compagnia aerea Condor. Il volo di ritorno arriverà il 4 novembre 2018 alle 7:45 a Francoforte, sempre con Condor. Questa pianificazione si basa sugli orari di volo attuali. I dati definitivi per il 2018 verranno fissati alla fine del 2017.
  2. Cambio dell’itinerario di viaggio: tralasceremo il Mozambico e andremo invece ad osservare gli squali balena nel nord del Madagascar, nei pressi di Nosy Be. Il Mozambico ha delle coincidenze di voli molto sfavorevoli, e ci costerebbe troppo in termini di tempo, nel senso di lunghe attese per le coincidenze, e notti passate in aeroporto. Con Nosy Be guadagneremo un giorno in più per osservare gli squali balena.
  3. Nuovo sull’itinerario: l’isola della Riunione nel mezzo dell’Oceano Indiano! Mentre controllavamo tutti i posibili collegamenti di volo, abbiamo scoperto (grazie a signor Barth di Flugpoint Mannheim!) che è meglio iniziare dalle Mauritius, volare poi sopra Riunione fino a Nosy Be nel nord del Madagascar, prima di procedere verso il centro del Madagascar e infine alle Seychelles, da dove prenderemo un volo diretto per Francoforte o per altri Paesi. E visto che saremo a Riunione, prenderemo l’opportunità di dare un’occhiata più da vicino alla foresta pluviale e al mare. Quindi staremo una notte in questa isola isolata, situata a 1000 km dalla costa orientale del Madagascar, che ha recentemente fatto notizia per gli incidenti con gli squali.
  4. Numero di partecipanti: a causa dei mezzi di trasporto in Madagascar, le dimensioni del gruppo sono limitate a 15 partecipanti.
  5. Costo del viaggio: ci stiamo ancora lavorando. I voli diretti con Condor ci faranno risparmiare un po’ dei soldi preventivati.

Mozambico

Passando dal Sud Africa voleremo fino a Maputo, la capitale del Mozambico. Da lì ci dirigeremo verso nord a Tofo, sulla costa. Le attrazioni principali saranno gli squali balena, il cui avvistamento è quasi garantito ad ottobre. Potremo fare snorkeling con i pesci più grandi al mondo ed osservarli da vicino mentre si tracannano 6000 litri di plankton. Anche se questi pesci lunghi 13 metri non sono tipici abitanti da acquario, nessun amante della natura potrà evitare di gioire nel vedere questi pesi leggeri da 12 tonnellate in vivo. Le barriere coralline delle acque poco profonde saranno affascinanti per coloro che faranno snorkeling almeno quanto le barriere coralline alla profondità di 25 metri lo saranno per i sub, dove effettueremo le analisi dell’acqua di mare.

Madagascar

Con i suoi 1.600 km di lunghezza, la seconda isola-Stato più grande al mondo offre moltissimi habitat diversi, che si possono raggiungere soltanto dopo giorni di viaggio in macchina o dopo parecchi voli nazionali. Ci concentreremo per 3 giorni pieni su una regione nel centro est dell’isola (Parco Nazionale Andasibe) che ha un’incredibile biodiversità e un’alta densità di rettili e anfibi. Le nostre priorità saranno ovviamente gli splendidi gechi diurni e le tante specie di camaleonti che vogliamo osservare. Ma anche gli acquariofili saranno soddisfatti: troveremo sicuramente le specie di pesci e di invertebrati endemici che vivono nei ruscelli e nei fiumi. L’acqua di alcuni ruscelli è talmente limpida che riusciremo ad osservarli facendo lo snorkeling.

Mauritius

Dopo quasi due ore di volo, raggiungeremo l’isola da sogno Mauritius. Avremo due giorni pieni per esplorare la barriera corallina e la foresta pluviale nell’interno dell’isola. Con l’aiuto dell’importatore di prodotti JBL dell’isola che, ovviamente, conosce l’isola come le sue tasche, avremo l’opportunità di scoprire i luoghi migliori dell’isola in poco tempo. Sono molto interessanti le barriere coralline, sia per chi fa snorkeling che per i sub. Vorremmo confrontare i valori dell’acqua dell’isola con quelli del Mozambico e delle Seychelles, e metterli in relazione alla crescita dei coralli.

Seychelles

Alla fine della spedizione continueremo il nostro viaggio con un volo da Mauritius alle Seychelles, 1.800 km a nord, appena sotto l’equatore. Le Seychelles sono diventate famose in tutto il mondo per le loro rocce granitiche e le tartarughe giganti. Proseguiremo poi dall’aeroporto di Mahe fino alla piccola isola Praslin, che offre una base ideale per le esplorazioni. L’isola è ricoperta di una fitta foresta pluviale ed ha baie pittoresche dove faremo delle misurazioni di luce sott'acqua. Un’escursione ci porterà anche sull’isola La Digue, che dovrebbe avere le più belle formazioni granitiche di tutte le Seychelles. Dalle Seychelles partiremo poi su un volo diretto per la Germania o per gli altri Paesi natali dei partecipanti.