La spedizione esplorativa JBL è di ritorno dal più grande pesce d'acquario del mondo

A causa delle loro dimensioni di oltre 10 metri, gli squali balena non sono certo gli abitanti ideali dell’acquario. Tuttavia, sempre più acquari pubblici di tutto il mondo, da Atlanta/USA fino a Taiwan, tengono gli squali balena. Lo staff di spedizione JBL ha viaggiato nel nord del Madagascar per osservare il comportamento degli squali balena in natura, giungendo alla conclusione che l'alimentazione nell'acquario non costituisce un problema ma che gli acquari, non importa quanto grandi siano, rappresentano sempre una prigione veramente piccola per gli animali.

Successivamente ci si spostò nelle foreste pluviali centrali del Madagascar per dare un'occhiata più da vicino ai biotopi dei leggendari camaleonti, gechi diurni e rane. La scoperta più importante è stata che l'umidità e le temperature oscillano enormemente: dai 29,4 °C con 59% di umidità a mezzogiorno intorno alle 12:30 fino a 19,8 °C intorno al 98% la sera verso le 21:30. Gli habitat con questi parametri ampiamente fluttuanti erano apparentemente ideali per un'incredibile abbondanza di animali. Accompagnati dalle urla dei lemuri, i partecipanti hanno trovato molte specie di rane e camaleonti, tutte le specie di geco che qui vivono, tartarughe e due specie di serpenti. A complicare le cose ci hanno pensato le guide assegnate ai parchi nazionali, istruite solo per normali turisti, che correvano attraverso la giungla alla ricerca di lemuri o che, volendo creare attrazioni, avevano collocato qua e là dei camaleonti . A Mauritius, l'obiettivo erano gli habitat marini. Un confronto con il Madagascar ha mostrato una più limitata biodiversità ed anche una povertà di coralli, ma non poteva essere spiegato con i parametri dell‘acqua marina: solo la concentrazione di magnesio dell‘acqua marina era 1.220 mg/l, di poco inferiore a quella del Madagascar (1340 mg/l) o delle Seychelles (1300 -1400 mg/l). I due relitti Emily e Waterlily, che affondarono nel 1981/82 e ora riposano su un terreno sabbioso a una profondità di 25 m, mostrano opportunamente una piccola crescita di madrepore. Le Acropore che crescevano sulle pareti delle navi erano cresciute in questi 37 anni di soli 40 cm. In altri luoghi e nell'acquario, la crescita è di 10 volte superiore! Alla fine della spedizione esplorativa JBL, lo staff si è recato alle Seychelles, situate poco sotto l'equatore, che sopra l’acqua sono assolutamente splendide, ma sott'acqua erano per lo più nella media. Sebbene la crescita dei coralli e la biodiversità siano ben al di sopra di quelle di Mauritius, non giungono ad eguagliare la ricca varietà delle Maldive, che sono solo 2000 km a nord-est nello stesso oceano. Questa spedizione esplorativa JBL ha chiarito che la biodiversità marina non è determinata dai valori dell'acqua, ma dipende molto dalle condizioni geografiche. I Caraibi sono significativamente più poveri di specie, mentre la regione Indo-Pacifico è al mondo la più ricca. D'altra parte le vaste regioni del Pacifico (Mari del Sud) sono molto povere di specie.

© 04.12.2018 JBL GmbH & Co. KG