Area tematica

Laghetti da giardino

Laghetti che non sono biotopo né per koi

Parliamo dei laghetti che non sono puramente biotopo o laghetti koi. Chiamiamoli "laghetti misti". Se ti piacerebbe avere un laghetto con piante palustri ma vorresti anche i pesci rossi o le koi, questo tipo di laghetto potrebbe essere la scelta giusta. I fautori dei due specifici tipi di laghetto te lo sconsiglierebbero, ma la maggior parte dei laghetti sono perlopiù "laghetti misti".

Zonazione dei laghetti

Nei laghetti misti molto è naturalmente questione di gusto, ma ci sono alcune regole di base da osservare: le zone basse aumentano la superficie e quindi la possibilità di ossigenazione senza dover ricorrere a mezzi tecnici. Le zone basse, inoltre, sono molto adatte per le piante palustri che sottraggono molte sostanze nutritive all'acqua e quindi la base alimentare alle alghe. Il tuo laghetto deve essere profondo almeno 180 cm per permettere ai tuoi animali di sopravvivere ad un duro inverno. Se installi un filtro (molto raccomandabile) il cestello d'aspirazione NON si dovrà trovare nel punto più profondo perché lì si sporcherà rapidamente ed inoltre miscelerà tutti gli strati dell'acqua. L'acqua calda si trova sempre vicino alla superficie e l'acqua fredda sul fondo. Proprio in piena estate è bene che sia così perché l'acqua fredda lega più ossigeno. Se il cestello d'aspirazione si trova direttamente sulla pompa, basta un secchio grande per non collocare la pompa direttamente sul fondo.

Il metalimnio

Prima fa caldo - e poi di colpo freddo

Il metalimnio divide l'acqua di superficie (epilimnio) di 20 °C dall'acqua fredda di profondità (ipolimnio)

Quando l'acqua si scalda in superficie si forma un metalimnio. Sotto di esso l'acqua può essere di 10° più fredda!

Piovono foglie

Il fogliame porta ad una lotta con il fango

Una cosa della quale devi assolutamente occuparti è la vegetazione intorno al laghetto. La maggior parte degli alberi e dei cespugli nostrani perdono le loro foglie in autunno che finiscono poi in grandi quantità nel laghetto. Lì scendono sul fondo e formano uno strato di fango. I batteri decompongono la materia organica consumando enormi quantità di ossigeno. Talvolta il consumo è tanto alto che gli abitanti del laghetto ne possono soffrire. Impedire l'entrata delle foglie è il metodo migliore, il secondo, è rimuoverle.

La mancanza di ossigeno sul fondo provoca la formazione di batteri porpora, ovviamente belli da vedere ma indice di una carenza di ossigeno in combinazione con processi di putrefazione.

Controllo delle nascite

Sovrappopolamento nel laghetto

Tieni conto che i pesci amano riprodursi e che il tuo laghetto potrà essere velocemente sovrappopolato. Parla in tempo con il tuo rivenditore zootecnico o di laghetti e chiedi se ha interesse agli avannotti.