CO₂

CO2 – l’alimento base per le tue piante d'acquario

La sostanza nutritiva principale delle piante è l’anidride carbonica (CO2), che le piante trasformano durante la fotosintesi, con l’aiuto dell’energia solare e dell’acqua, in cibo (zuccheri), rilasciando l’ossigeno come sottoprodotto.

Di conseguenza la cosa più importante per fornire cibo alle tue piante è un sistema di fertilizzazione CO2. Ovviamente la CO2 è già presente nell’acqua del tuo acquario, ma per la maggior parte delle piante non è sufficiente per una robusta crescita.

Se sai quali sono il pH e la durezza carbonatica dell’acqua, puoi leggere da questa tabella quanta CO2 è presente nell’acqua del tuo acquario. L’area verde della tabella indica il valore di CO2 ideale per una crescita ottimale delle piante e anche il valore idoneo per le piante più sensibili. Ora puoi verificare se il valore della CO2 nella tua acqua non è sufficiente e se devi aumentarlo per ottenere una crescita perfetta delle piante. JBL ti offre un pratico JBL CO2-pH Permanent Test che mostra costantemente il valore della CO2 nell’acqua del tuo acquario. In questo modo, semplice e veloce, potrai verificare sulla scala quanta CO2 è disponibile nell'acqua in qualsiasi momento. I test CO2 Permanent abbisognano sempre di qualche ora affinché indichino il tasso di CO2 nell'acqua. Un metodo rapido e molto preciso per la rilevazione di questo tasso permette il JBL CO2 Direct kit per test . Dopo aver aggiunto un liquido indicatore ad un campione d'acqua del tuo acquario, conta le gocce finché la colorazione rosa risulta stabile. Con questo test hai la possibilità di escludere l'influsso di altri acidi sull'esito del test, eseguendolo una seconda volta con un campione areato e sottraendo un risultato dall'altro. La CO2 è stata espulsa nel secondo test e presa in considerazione nella sottrazione.

Il nutriente base per le piante: la fertilizzazione con CO2

Cos'è la CO2?

L'anidride carbonica per le piante corrisponde nell'alimentazione umana a carboidrati + grassi + proteine, quindi agli alimenti di base più importanti senza i quali non possiamo sopravvivere. Tuttavia necessitiamo come supplementi anche di vitamine e minerali; le piante invece hanno solo bisogno di minerali. Per rispondere a questi fabbisogni ci sono i fertilizzanti della serie JBL PROFLORA FERROPOL. Nella fotosintesi le piante legano la CO2 all'acqua generando zucchero (il loro vero alimento). Durante questo processo si libera l'ossigeno come "prodotto di scarto", di cui noi umani e gli animali abbiamo bisogno per respirare. Di notte le piante riassorbono respirando una piccola parte dell'ossigeno.

Come arriva la CO2 nell'acqua del tuo acquario?

È possibile anche fare senza CO2?

Alcuni acquariofili osservano che le loro piante crescono comunque anche senza una fertilizzazione con CO2. Ci sono alcune ragioni: da un lato le nostre piante d'acquario hanno delle esigenze talmente differenziate come le hanno i pesci (discus/pesce rosso). Alcune piante come la vallisneria necessitano di poco fertilizzante, di poca luce e vivono con il naturale contenuto di CO2 dell'acqua. Nello stesso acquario però una pianta esigente come la Rotala macrandra morirebbe miseramente. Se le vallisnerie invece ricevessero una fertilizzazione con CO2, la loro crescita aumenterebbe visibilmente, premesso che ci siano fertilizzante e luce a sufficienza.

A sinistra senza, a destra con aggiunta di CO2

In OGNI acqua è sciolta la CO2 poiché si diffonde dall'aria nell'acqua. Sfortunatamente non è sufficiente per la maggior parte delle piante d'acquario. Nella seguente tabella puoi leggere quanta CO2 è sciolta nell'acqua del tuo acquario con un determinato pH e una durezza di carbonato X. Il contenuto ideale di CO2 è evidenziato in verde. Così ti è facile leggere quanta CO2 manca ancora nell'acqua affinché le tue piante ottengano un'alimentazione sufficiente.

Il corretto contenuto di CO2 nell'acquario

Sulla tabella il contenuto ottimale di CO2 è evidenziato col colore. Vediamo come a ogni durezza d'acqua è assegnato un determinato valore di CO2, che a sua volta condiziona il valore del pH. Certo è possibile regolare un pH di 6,2 anche con durezze più alte (ad es. 14 °dKH) aggiungendo CO2, tuttavia la quantità di CO2 necessaria (265 mg/l) è mortale per gli animali nell'acquario. Se un acquariofilo vuol raggiungere un pH basso di 6,2 deve prima abbassare la durezza carbonatica (ad es. aggiungendo acqua osmotizzata). Al contrario, la tabella mostra anche se la CO2 è troppo bassa. Se un acquario ha un KH di 6 e un valore del pH di 7,4, il contenuto naturale di CO2 è di soli 7 mg/l. Con l'aggiunta di CO2 si deve tendere ad arrivare a un contenuto di CO2 di 15-30 mg/l che a sua volta abbasserà il valore del pH a7,1-6,9.

Perché la CO2 aiuta tanto bene nella lotta contro le alghe?

Nell'acquario le piante e le alghe sono competitori alimentari. Se le piante crescono bene, le alghe rimangono quasi senza più cibo e deperiscono. La fertilizzazione con CO2 incrementa la crescita delle piante e così le alghe non hanno alcuna opportunità. Anche negli acquari che ospitano poche piante, come spesso è il caso negli acquari dei laghi Tanganica e Malawi, si dovrebbero nutrire intensamente le poche piante per combattere attivamente la crescita delle alghe. La luce ha un ruolo subordinato nella lotta contro le alghe in confronto all'offerta di nutrienti.

La fertilizzazione con CO2 significa meno ossigeno nell'acqua?

Molti sono dell'opinione che la CO2 riduca il contenuto di ossigeno nell'acqua. Questo non è proprio esatto. Tuttavia questo collegamento va spiegato meglio: se, malgrado l'addizione di CO2, muovi fortemente la superficie dell'acqua con pietre porose e tubi portaugelli, il contenuto di ossigeno nell'acqua aumenta ma nello stesso istante la CO2 viene espulsa (come quando si agita una bottiglia di Coca). Quanto più calma è la superficie dell'acqua, tanto più CO2 ci rimane. Entrambi i gas (CO2 e O2) possono essere contemporaneamente presenti nell'acqua in alta concentrazione, ad es. quando durante il giorno le piante assimilano fortemente (qui viene prodotto molto O2) e contemporaneamente viene aggiunta molta CO2 dal corrispondente sistema fertilizzante.

Non ha assolutamente alcun senso arieggiare e contemporaneamente aggiungere la CO2

Come funziona un impianto di fertilizzazione CO2?

Con l'aiuto di un impianto di fertilizzazione CO2 puoi alzare il contenuto di CO2 nel tuo acquario e abbassare il valore del pH. Hai la scelta tra un impianto "Bio-CO2" (produzione di CO2 con un processo di fermentazione biologica) e un impianto di fertilizzazione CO2 con una bombola (monouso o ricaricabile) contenente CO2. Il gas trasparente CO2 viene condotto attraverso un tubo flessibile in un contabolle, che permette il conteggio delle bolle di CO2, e poi sciolto nell'acquario con un reattore/diffusore. Il secondo livello è l'ampliamento con una valvola magnetica che spegne di notte l'apporto di CO2, perché le piante di notte non ne hanno bisogno. Il terzo livello è il più professionale in cui l'apporto di CO2 è regolato da un piccolo comando CO2/pH. Questo misura il pH dell'acqua del tuo acquario tramite un elettrodo pH per regolare automaticamente l'apporto di CO2.

La prima tappa nella fertilizzazione CO2:

Per gli acquari tra i 10 e i 110 litri si offre un sistema biologico CO2. Qui si forma il gas CO2 attraverso un processo biologico di fermentazione di circa 40 giorni. Quando la produzione di CO2 cessa, si aggiungono nuovi microrganismi e il processo riparte di nuovo. Se vuoi testare quale buon effetto ha un'aggiunta di CO2 sulle tue piante d'acquario, puoi iniziare con l'economico JBL PROFLORA CO2 STARTER BIO SET per acquari tra i 10 e i 40 litri. Per gli acquari tra i 40 e 80 litri abbiamo sviluppato il JBL PROFLORA CO2 BASIC BIO SET che contiene un diffusore di gas più efficace, un recipiente di reazione professionale e una valvola di non ritorno. Tra i 40 e i 110 litri c'è a disposizione il JBL PROFLORA CO2 ADVANCED BIO SET che, oltre ai componenti della versione "STARTER", è dotato di un contenitore termico per una produzione più uniforme e più forte di bio CO2. Contiene inoltre i componenti bio di reazione 2x così che basta per 2x40 giorni prima di dover ricaricare il sistema.

Fertilizzazione CO2 con bombole CO2 di scorta

Per gli acquari da 40 a 600 litri hai a disposizione diverse varianti. In pratica c'è sempre un kit principianti (BASIC), una variante ampliata con uno spegnimento notturno (ADVANCED) e una versione professionale con comando CO2/pH completamente automatico (PROFESSIONAL).

La prima tappa nella fertilizzazione CO2 (con bombole CO2)

I kit della serie "BASIC" contengono tutti i componenti per incrementare visibilmente la crescita delle piante acquatiche tramite aggiunta di CO2. Hai la scelta tra un kit senza bombola CO2 di scorta (sistema VARIO), nel caso che tu abbia già una bombola a disposizione, con una bombola CO2 monouso (sistema U) e una bombola CO2 ricaricabile (sistema M).

Tutti i componenti, meno la bombola CO2 di scorta, sono identici in tutti i tre sistemi. Un riduttore di pressione riduce la pressione nella bombola di scorta così che lo puoi facilmente impostare a mano con precisione. Un tubo flessibile resistente alla CO2 conduce il gas CO2 a un contabolle nell'acquario che ti permette di aggiustare esattamente la quantità di CO2 grazie alle bolle che salgono. Questo contabolle è dotato di una valvola di non ritorno che evita il riflusso dell'acqua all'interno degli attrezzi tecnici. Dal contabolle la CO2 giunge attraverso un tubo flessibile nel tuo acquario, da dove fluisce attraverso un attraente diffusore di vetro, sotto forma di bollicine finissime, all'acqua dell'acquario. Così le tue piante acquatiche possono assumere dall'acqua il loro nutriente principale, l'anidride carbonica.

The JBL PROFLORA CO2 ADVANCED SET U contiene tutti i componenti inclusa una bombola monouso da 500 g.

JBL PROFLORA CO2 ADVANCED SET M contiene tutti i componenti inclusa una bombola ricaricabile da 500 g.

La fertilizzazione CO2 per acquariofili esperti:

Dato che di notte le piante non hanno bisogno della CO2, questa di notte è superflua. I kit JBL PROFLORA CO2 ADVANCED SET contengono una valvola magnetica che accende e spegne l'apporto di CO2 mezzo timer (il timer non è compreso. Si può usare il timer per l'illuminazione dell'acquario). Così al mattino, assieme alla luce, si avvia l'aggiunta di CO2 e alla sera si spegne. In questo modo si risparmia quasi la metà della CO2 e i costi supplementari per la valvola magnetica si ricuperano in breve. Questo ADVANCED SET è disponibile con bombole monouso (sistema U) o con bombole ricaricabili (sistema M). Chi possiede già una bombola ricaricabile CO2 può scegliere il kit JBL PROFLORA CO2 ADVANCED V(ARIO) SET che oltre alla bombola contiene tutti gli altri componenti inclusa la valvola magnetica.

Per gli amici della chimica dell'acqua: Nel corso della giornata il valore del pH nell'acquario aumenta per via del consumo di CO2 che indirettamente significa una diminuzione dell'acido carbonico. Una riduzione di acido nell'acqua porta all'aumento del pH. Di notte il processo si inverte. Non viene più consumata CO2, ma addirittura ne viene prodotta una certa quantità dalle piante nella fase oscura. Questa è la ragione per cui il valore del pH scende di notte. Se l'apporto di CO2 di notte NON viene fermato, il pH durante la notte si abbassa ancora di più. Uno spegnimento notturno, o chiudendo la bombola o con una valvola magnetica, è decisamente raccomandabile. (Fanno eccezione i sistemi bio-CO2 perché non producono tanta CO2 da influenzare troppo il valore del pH).

È possibile anche in modo completamente automatico:

Chi ama una soluzione molto comoda e professionale può scegliere la variante PROFESSIONAL. Qui la valvola magnetica non viene regolata dal timer ma da un comando CO2/pH. Inserisci nel comando CO2/pH la durezza carbonatica della tua acqua d'acquario (rilevata mediante JBL PROAQUATEST KH) e il comando CO2/pH calcola la corretta quantità di CO2 per il tuo acquario, basandosi su una misurazione del pH tramite elettrodo pH (l'elettrodo pH va acquistato separatamente perché deve essere sempre nuovo di fabbrica e non invecchiato nel kit). Così la fertilizzazione delle piante con CO2 è completamente automatica e il valore del pH nel tuo acquario è tenuto sempre al livello ideale. Puoi scegliere se il kit deve contenere una bombola CO2 monouso (sistema U), una bombola CO2 ricaricabile (sistema M) o nessuna bombola CO2 (sistema V) perché disponi già di una bombola ricaricabile.

Per gli amici della chimica dell'acqua: Una piccola parte dell'anidride carbonica aggiunta reagisce con l'acqua formando acido carbonico. Dato che ogni apporto di acido abbassa il pH, succede lo stesso con l'apporto di CO2. L'elettrodo pH misura l'attuale valore del pH dell'acqua d'acquario e il comando CO2/pH lo confronta al valore del pH ideale calcolato dal comando CO2/pH. Per il calcolo del pH ideale viene presa come base la durezza carbonatica presente che va misurata e inserita (JBL PROAQUATEST KH). Tanto più dura è l'acqua, tanto più CO2 sarebbe necessaria per abbassare notevolmente il pH. Allora si avrebbero però più di 30-40 mg/l di CO2 nell'acqua – e ciò costituirebbe un problema per gli animali. (Queste correlazioni sono considerate dal comando CO2/pH.)

Per aumentare il contenuto di CO2 puoi utilizzare gli impianti di fertilizzazione CO2 ( PROFLORA CO2 cura delle piante ). Puoi scegliere tra impianti bio-CO2 che la producono mediante un sistema di reazione biologica zucchero-lievito e impianti che contengono una bombola caricata di CO2.

Qui troverai maggiori informazioni sugli impianti JBL ProFlora CO2: Fertilizzazione delle piante con CO₂ .

JBL PROFLORA CO2 Premium Service Partner

Inserendo il tuo CAP troverai il rivenditore più vicino a te che offre il concetto PROFLORA CO2 e che ti aiuterà a riempire o cambiare le bombolette JBL PROFLORA CO2.

Cookie, qualche informazione e poi continua la navigazione

Anche il sito di JBL utilizza diversi tipi di cookie per poterti offrire una funzionalità completa e molti servizi. I cookie tecnici e funzionali sono strettamente necessari al funzionamento di questo sito. Inoltre utilizziamo i cookie per il marketing. Questo ci permette di riconoscerti alla tua prossima visita sul nostro vasto sito, di misurare il successo delle nostre campagne pubblicitarie e, tramite i cookie di personalizzazione, di rivolgerci a te individualmente e in modo diretto adattandoci ai tuoi bisogni, anche al di fuori del nostro sito web. Puoi decidere quali cookie accettare e quali rifiutare (per maggiori informazioni vedi "Modificare le impostazioni") in qualunque momento – anche in un momento successivo.

Anche il sito JBL utilizza diversi tipi di cookie per poterti offrire una piena funzionalità e molti servizi: i cookie tecnici e funzionali sono necessari per permetterti una comoda visita del nostro sito. Inoltre utilizziamo i cookie per ragioni di marketing. Puoi decidere in qualsiasi momento – ora o più tardi – quali cookie accettare e quali no (vedi di più sotto "Modificare impostazioni").

Nella nostra informativa privacy verrai a sapere come elaboriamo i dati personali e per quali scopi impieghiamo l'elaborazione dei dati. verrai a sapere come elaboriamo i dati personali e per quali scopi impieghiamo l'elaborazione dei dati. Ti preghiamo di confermare con "Accetto" l'utilizzo di tutti i cookie.

Hai più di 16 anni? Allora conferma l'utilizzo di tutti i cookie con "Ho preso atto" – e potrai continuare la navigazione.

Seleziona le tue impostazioni cookie

Cookie tecnici e funzionali, per fare in modo che tutto funzioni al meglio quando visiti il nostro sito.
Cookie di marketing, per riconoscerti sulle nostre pagine web e per poter misurare il successo delle nostre campagne pubblicitarie.