Why does the wood in aquariums lie with its roots facing upwards?

Have you ever noticed that in most aquariums the wooden roots are positioned with their wide ends at the bottom and the delicate roots pointing upwards? But why? While I was judging a biotope world championship, I noticed that almost all the participants there had done it differently. They had taken pains to position the roots to be visible in the aquarium with their roots facing downwards. A coincidence? No - definitely not! Biotope aquarists often collect an incredible amount of information about the habitats they want to recreate in the aquarium and look at lots of photos of them, if they exist at all. And these underwater photos tell you that it is only in exceptional cases that the roots do not protrude top downwards into the water. 

On the JBL expedition to Colombia in February 2022 ( Spedizione esplorativa 2022 Colombia I ), I paid especial attention to this issue. And it turned out that the result is not entirely clear. Most of the wood lies around in the water in all directions. When they break away from the river bank, the trees with their roots slide to the edge and tip into the river. When this happens the trees and branches end up lying horizontally in the water. Incidentally, this is quite unfortunate for the angelfish, whose vertical stripes are then as incongruous as dots in a check pattern. But maybe evolution will change that and in a million years we'll have angelfish with horizontal stripes. Crenicichla, on the other hand, often cavort in the water under horizontally lying tree trunks and their stripes perfectly match the shadows of the wood!

Back to the wooden roots. In smaller streams, the trees often grow right next to the river and when they die, there is a dead tree upright in the water. Then we have a root whose fine root network continues downwards in the water. By the way, this looks very natural in the aquarium and can be planted very nicely. The plants between the fine branches grow upwards and form a great visual complement to the wood.

You often get roots that have been cut into pieces with a saw to fit into your aquarium. Try NOT to put the smooth surfaces downwards, instead lean or glue them against the pane (this is more stable and prevents buoyancy). Since this sometimes happens when the aquarium is already full of water, you can use a good, non-toxic underwater glue such as JBL PROHARU UNIVERSAL . However, such glues are not superglues and, once glued to the pane, you’ll need to anchor the wooden root firmly in the right position with stones, until the glue has "hardened" the next day. This glue, by the way, is a good purchase for every aquarist, because we often need to fix something under water. But beware: when an object, whether wood, stone or plastic pipe, lies in the water for longer than a day, a biofilm forms on the surface that is so slippery that no glue will hold! So always remove biofilms first with a piece of clean steel wool, as with some pane cleaners (e.g. JBL Blanki ) instead of a steel brush, and remove the biofilm before gluing!

Glue overview:

For above and underwater bonding of stone, corals, plants, wood, decoration, panes, technical items, small leaks, metal (incl. aluminium), plastics except PE/PP: JBL PROHARU UNIVERSAL

For quick gluing (non-toxic superglue) of plants, corals, small decorative items:  JBL PROHARU RAPID

Especially for glass panes (TÜV tested):  JBL AquaSil trasparente or JBL AquaSil nero

For foil backgrounds (to be stuck from the outside), to apply the foil free of reflections and bubbles:  JBL FIXOL

Find out more about decoration (stones and roots) in the Themeworld under Decorazione (sassi, radici) .

© 12.02.2023
Heiko Blessin
Heiko Blessin
Dipl.-Biologe

Tauchen, Fotografie, Aquaristik, Haie, Motorrad

Commenti

Cookie, qualche informazione e poi continua la navigazione

Anche il sito di JBL utilizza diversi tipi di cookie per poterti offrire una funzionalità completa e molti servizi. I cookie tecnici e funzionali sono strettamente necessari al funzionamento di questo sito. Inoltre utilizziamo i cookie per il marketing. Questo ci permette di riconoscerti alla tua prossima visita sul nostro vasto sito, di misurare il successo delle nostre campagne pubblicitarie e, tramite i cookie di personalizzazione, di rivolgerci a te individualmente e in modo diretto adattandoci ai tuoi bisogni, anche al di fuori del nostro sito web. Puoi decidere quali cookie accettare e quali rifiutare (per maggiori informazioni vedi "Modificare le impostazioni") in qualunque momento – anche in un momento successivo.

Anche il sito JBL utilizza diversi tipi di cookie per poterti offrire una piena funzionalità e molti servizi: i cookie tecnici e funzionali sono necessari per permetterti una comoda visita del nostro sito. Inoltre utilizziamo i cookie per ragioni di marketing. Puoi decidere in qualsiasi momento – ora o più tardi – quali cookie accettare e quali no (vedi di più sotto "Modificare impostazioni").

Nella nostra informativa privacy verrai a sapere come elaboriamo i dati personali e per quali scopi impieghiamo l'elaborazione dei dati. verrai a sapere come elaboriamo i dati personali e per quali scopi impieghiamo l'elaborazione dei dati. Ti preghiamo di confermare con "Accetto" l'utilizzo di tutti i cookie.

Hai più di 16 anni? Allora conferma l'utilizzo di tutti i cookie con "Ho preso atto" – e potrai continuare la navigazione.

Seleziona le tue impostazioni cookie

Cookie tecnici e funzionali, per fare in modo che tutto funzioni al meglio quando visiti il nostro sito.
Cookie di marketing, per riconoscerti sulle nostre pagine web e per poter misurare il successo delle nostre campagne pubblicitarie.

Notifiche push di JBL

Cosa sono le notifiche PUSH? In quanto parte dello standard W3C le notifiche web definiscono un'API per le notifiche rivolte agli utenti finali, che vengono trasmesse tramite browser ai dispositivi desktop e/o mobili degli utenti. Sui dispositivi finali appaiono notifiche come le conosce l'utente finale dalle applicazioni istallate sul dispositivo (ad es. email). Sui dispositivi appaiono le notifiche come le conosce l'utente finale dalle applicazioni installate sul dispositivo (ad es. email).

Queste notifiche permettono al gestore delle pagine web di contattare i suoi utenti mentre hanno ancora aperto un browser – indipendentemente dal fatto se l'utente sta visitando il sito web o no.

Per poter inviare notifiche push si ha bisogno soltanto di un sito web con un codice web push installato. In questo modo anche marchi senza applicazioni possono usufruire di molti vantaggi delle notifiche push (comunicazioni personalizzate in tempo reale, proprio nel momento giusto).

Le notifiche web fanno parte dello standard W3C e definiscono un'API per le notifiche all'utente. Una notifica permette di informare l'utente su un fatto, come ad es. un nuovo commento sul blog, al di fuori dal contesto di una pagina web.

Questo servizio viene offerto gratuitamente da JBL GmbH & Co. KG ed è tanto facile da attivare come da disattivare.